Un brivido sulla pelle… bentornato autunno.

Brrrrrrrrrrrrrrr! (No, non è brancamenta…).

È il mio personale apprezzamento per questa piacevole temperatura serale. Circa 19°, un venticello un po’ pungente e la pelle ancora scoperta che richiede un po’ di tessuto, leggero, un velo che trasmetta tepore e protezione.

Adoro questi climi che lentamente declinano vero il freddo, quello vero, quello che si insinua tra i più piccoli spiragli di stoffa entrandoti dentro.

E torna la voglia di stare a casa, adagiati sul divano a leggere o guardare un bel film, o meglio cucinare qualcosa di caldo, cibi fragranti appena sfornati che deliziano il palato e riscaldano l’anima.

A questo proposito sto pensando di provare uno dei miei esperimenti in programma: pancakes! Tradizionali o forse salati; torrette soffici e ancora fumanti con una leggera colata di formaggio fuso e prosciutto croccante. Ok, domani mi procuro l’occorrente e mi metto ai fornelli!

Benvenuto autunno. Bentornato vento liberatore.

Annunci

Pensieri dal mio letto – tu chiamale se vuoi affinità elettive

Perfetti sconosciuti. Individualità che in particolari contingenze, accidentali, si incontrano, si scontrano; scambio di sguardi d’intesa, parole schiette e sorrisi sinceri. È impressionante il feeling che ne deriva. Lo si può chiamare in modi e sfumature differenti, ma sai bene di cosa parli solo nel momento in cui riesci a captare quella scintilla negli occhi dell’altro. Alchimia, chimica, simpatia a pelle, percezioni primarie. O forse è proprio il caso di parlare di “affinità elettive”.
Non abbiamo scelto di affrontare insieme questa esperienza, ma abbiamo scelto di condividerla insieme. Ed è stata cosa buona e giusta. Poi abbiamo scelto di scartarci lentamente, scoprire lembi di noi e insieme meravigliarci di quanto simili possiamo essere.

Eta e Cia, certamente la cosa migliore del corso; certamente due amiche.